Le nostre rassegne stampa quotidiane sono curate dalle delegazioni territoriali di l’Aquila e Teramo. E’ possibile visualizzarle anche nei rispettivi siti web delle delegazioni territoriali – Rassegna stampa di L’Aquila / Rassegna stampa di Teramo – dove sono consultabili e scaricabili anche i rispettivi archivi.


L’AQUILA

 

TERAMO
 

 

07 agosto 2020

 

Nazionale

  • Avvenire 7 agosto – 157 i morti e oltre 5 mila i feriti, tra i quali anche alcuni nostri connazionali. E’ il bilancio – peraltro ancora provvisorio – di una vera e propria tragedia, quella che, martedì scorso, si è consumata a Beirut dove, grazie all’apporto di un generoso volontariato internazionale, si continua a scavare nella speranza di trovare altri superstiti; scarica l’articolo;
  • Avvenire 7 agosto – In una Beirut ancora sotto choc per la tremenda esplosione di martedì scorso, la popolazione libanese, già tante volte messa alla prova, è sconvolta, ma nello stesso tempo nutre un desiderio di rinascita, grazie all’appoggio del volontariato come quello offerto dagli operatori di AVSI nota ONG italiana fondata  Cesena nel 1972 e attualmente impegnata con progetti di sviluppo in 31 paesi; scarica l’articolo;
  • Avvenire 7 agosto – Contro lo spopolamento montano, la nascita di cooperative di comunità, obiettivo di un cammino a ritroso, sulle orme lasciate da propri avi, per recuperare quella dimensione di vita dimenticata con gli studi, il posto fisso e la “comoda” vita urbana oggi sempre meno sostenibile; scarica l’articolo;
  • AbruzzoWeb su Roma 7 agosto – Per le vacanze 2020 post COVID, al posto del mezzo di trasporto pubblico o condiviso, sembra tornare in auge l’auto privata; scarica l’articolo;

Abruzzo

  • Abruzzolive su Pescara 6 agostoComune e Caritas pescarese vanno incontro alle famiglie maggiormente colpite dalla crisi economica scaturita dall’emergenza da COVID-19 porgendo alle medesime una “Mano tesa”; scarica l’articolo;
  • La Città su Teramo 7 agosto – Con l’approvazione dei vertici ASL, nasce l’infermiere di famiglia. Parliamo di una figura professionale, da tempo auspicata, che le esigenze di assistenza scaturite dall’emergenza sanitaria, peraltro ancora non del tutto superata, rendono preziosa; scarica l’articolo